Corso 5678 finanziamenti (2)

Cos’è? Chi riguarda?

Per organizzazione del lavoro si intende la parte dell’organizzazione che si occupa prevalentemente del settore produttivo con l’obiettivo di razionalizzare e coordinare le risorse produttive al fine di raggiungere gli obiettivi di efficacia ed efficienza predeterminati.

Per competere sul mercato la riduzione dei costi è il fattore primario di successo, ma solo conoscendo le proprie prestazioni produttive l’organizzazione è in grado di determinarli con precisione.

Il servizio si pone quindi l’obiettivo di:

  • rilevare le cause che provocano la riduzione dell’efficienza globale;
  • individuare le modifiche da attuare per eliminare tali cause
  • recuperare efficienza e aumentare i benefici economici che ne conseguono

 

Le inefficienze più gravi si nascondono «in fabbrica», ovvero all’interno dei processi più propriamente produttivi.

Diventa quindi fondamentale un’analisi rivolta all’individuazione e alla riduzione dei costi legati alle perdite di efficienza in produzione.

Perché implementarlo?

 

L’applicazione di tale metodologia permette di:

  • ridurre i costi diretti ed indiretti di produzione
  • aumentare la capacità produttiva
  • fornire indicazioni più accurate alla programmazione della produzione
  • stabilire il costo del prodotto attraverso informazioni affidabili

 

 

Come si fa?

 

L’applicazione della metodologia prevede le seguenti fasi:

  • Analisi iniziale e raccolta delle informazioni per individuare il livello di prestazione e valutare le inefficienze produttive. Tale analisi può essere svolta con misurazione puntale (metodologia tempi e Metodi) o in modo statistico (metodologia Work sampling o campionamento statistico)
  • Organizzazione delle informazioni: calcolo e rappresentazione degli indicatori OEE (Overall Equipment Efficiency) e OLE (Overall Labour Efficency)
  • Analisi delle informazioni: analisi tesa a valutare quanto rilevato mettendo in evidenza le inefficienze ed i potenziali margini di miglioramento
  • Definizione delle proposte di miglioramento: sulla base dei dati analizzati e delle informazioni raccolte è possibile:
  1. ovalutare il reale rendimento degli impianti e della forza lavoro;
  2. oindividuare quali sono le cause che incidono maggiormente sul risultato finale (scarti di lavorazione, assenteismo, set-up, e così via);
  3. opianificare ed attuare progetti specifici per il miglioramento delle performance ed il recupero di efficienza, stabilendo tra l’altro obiettivi quantitativi definibili chiaramente.